E’ difficile oggi raccontare ai bambini la fiaba di Grimm, dove una principessa fa amicizia con un ranocchio al punto da baciarlo e, miracolo, grazie a quel bacio, il ranocchio si trasforma in un bel giovane che poi sposerà la principessa. E’ difficile perché rane e ranocchi non si vedono più nelle campagne e negli stagni (a parte qualche rarità) e, quindi, per i bambini non sarà semplice immaginarseli...

A fine marzo ha fatto clamore la notizia della morte dell’ultimo esemplare maschio di rinoceronte bianco con conseguente estinzione della specie. Le cause che hanno portato alla sua estinzione, inutile dirlo, non sono state naturali, ma indotte dall’attività di sfruttamento/bracconaggio dell’uomo!

Soave ed elegante, con un fiore variopinto e profumato, la ninfea è considerata una delle piante più belle del mondo. Simbolo, nel linguaggio dei fiori, di purezza e castità, ha assunto nel tempo diversi significati: nella tradizione buddista simboleggia l'illuminazione e la purificazione dello spirito, secondo altre culture orientali rappresenta l’alba. Gli antichi Greci la consideravano il fiore simbolo dell’amore platonico e dell’amore non corrisposto, mentre gli antichi Egizi la utilizzavano per adornare le tombe.

BRUXELLES 23 marzo 2015 – Le api selvatiche in Europa sono in pericolo: quasi una su dieci è a rischio estinzione. E non si tratta di un dato che interessa solo botanici o giardinieri, perché le api giocano un ruolo essenziale nell’impollinazione delle colture, e se vengono a mancare è a rischio anche l’intera agricoltura, come spiega Jean-Christophe Viè, vice-direttore del Programma globale specie dell’Unione mondiale per la conservazione della natura (Iucn).