C’era nell’aria da tempo la minaccia di qualche fatto naturale eclatante, l’inizio di effetti ingenti sul nostro pianeta legati ai cambiamenti climatici. Avevamo iniziato a registrare da qualche anno lo sbiancamento e la morte dei coralli delle barriere coralline australiane, la lunga siccità dell’Africa orientale e il dramma del Polo Nord i cui ghiacci vanno rapidamente fondendosi e che 5 mesi l’anno è diventato navigabile.