Finalmente: “l’uomo s’è desto!” In questi giorni si fa un gran dire della situazione ambientale e climatica del pianeta Terra, che preoccupa politici, scienziati e l’uomo comune. Sta di fatto che ormai questa situazione preoccupa anche i negazionisti, gli amici dei petrolieri e degli inquinatori in genere.
Non è solo la piccola Greta Thumberg a dirci che abbiamo solo pochi anni per evitare l’ecocatastrofe, ma, finalmente e soprattutto scienziati e potenti della Terra.

Certamente ognuno di noi non può da solo salvare il mondo, questo è palese, però può fare come l’uccellino con la goccia d’acqua, che per spegnere un grande incendio, nel suo “piccolo”, faceva la propria parte.
Noi di Accademia Kronos sulla base di questa missione individuale abbiamo pensato di creare un movimento più vasto possibile e, quindi, da questo numero del nostro notiziario lanciamo l’iniziativa: tesseramento a sostegno della campagna “IO FACCIO LA MIA PARTE”.

La tessera prevede un contributo a partire da 6,00 euro da fare tramite bonifico bancario ad Accademia Kronos (IBAN: IT 26 A 02008 73240 000400675607) con causale <<erogazione liberale a sostegno della campagna “Io faccio la mia parte”>>. Come conferma dell’adesione si riceverà la tessera “sostenitore”, il decalogo di comportamento e una decalcomania.

Modalità di adesione: inviare un’email a: iscrizione@accademiakronos.it con nome, cognome e indirizzo, allegando la scansione della ricevuta di versamento del contributo.
Logicamente più saremo più la nostra campagna di sensibilizzazione e ricerca potrà essere incisiva, quindi fatevi voi stessi promotori portando più sostenitori possibili.

Articoli correlati

Come conseguenza del riscaldamento globale, i suoli perennemente ghiacciati dell’Artico si stanno scongelando e rilasciano sostanze altamente tossiche e inquinanti, contenute nei fossili risalenti all’era del Pleistocene. Questo è quanto emerge da una ricerca di Sue Natali, membro del ‘Woods Hole Research Center’ nel Massachusetts, portata avanti dalla Siberia all’Alaska per studiare gli effetti dello scongelamento del permafrost, il terreno tipico delle regioni dell'estremo Nord Europa, della Siberia e dell'America settentrionale.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.