Tra trent’anni mangeremo carne senza uccidere più gli animali

Tra trent’anni mangeremo carne senza uccidere più gli animali

a cura di Marta Frigerio (fonte: RivistaNatura.com)

In un futuro non troppo lontano per mangiare carne non ci sarà più bisogno di uccidere gli animali. Ne è certo Richard Brenson, il milionario fondatore del Virgin Group, che ha deciso di investire – assieme al fondatore di Microsoft Bill Gates – nella nascente tecnologia della carne prodotta in laboratorio.

Brenson e Gates, infatti, hanno deciso di puntare sulla startup Memphis Meat, che sta studiando il modo per produrre carne sintetica partendo da cellule animali. «Sono eccitato all’idea di investire in questo progetto – ha detto Brenson –. Tra trent’anni non ci sarà più bisogno di uccidere alcun animale per mangiare la carne, ne sono certo».

Già raccolti 22 milioni di dollari
Memphis Meat ha già raccolto donazioni pari a 22 milioni di dollari. Tra gli investitori c’è anche la multinazionale statunitense Cargill, attiva nel settore alimentare e con una sede anche nel nostro Paese. I primi esperimenti per la produzione di carne sintetica risalgono al 2016: parti di manzo, pollo e anatra sono state prodotte in laboratorio partendo dalle cellule degli animali.

Quali benefici per la carne in vitro
La carne prodotta in laboratorio avrà importanti ripercussioni positive sulla salvaguardia dell’ambiente e sul benessere animale, ha sottolineato in una nota la Memphis Meat. «Il mondo adora mangiare carne – ha detto la cofondatrice della startup californiana Uma Valeti –. Tuttavia il modo in cui oggi la carne è prodotta non è più sostenibile e bisogna accettare nuove sfide».

Rispondi