I ministri dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, e dei Beni culturali, Dario Franceschini, agli inizi di agosto (2015) hanno firmato il decreto che dà il via libera all’utilizzo del giacimento italiano di petrolio (progetto: Ombrina Mare), in Adriatico al largo della costa abruzzese. Il giacimento è contestatissimo da cittadini, comitati e dalla stessa regione, da cui stanno partendo vari ricorsi al Tar.